expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

martedì 3 marzo 2015

Ciabattine rustiche



Queste ciabattine sono davvero semplicissime da fare, impastate e lasciate lievitare. Ma eccovi il procedimento:

INGREDIENTI:


  • 500g. di mix di farina farro integrale e semintegrale di tipo 1
  • 330 gr. di acqua a t.a.
  • 15 gr. di sale
  • 80 gr. di pasta madre solida rinfrescata e raddoppiata


Per chi avesse del licoli può usarne 60 gr. aggiungendo 20 gr. di farina nella dose.
Per chi invece volesse usare lievito di birra può preparare un poolish sciogliendo 0.5 gr. di lievito in 40 gr. di acqua e impastando 40 gr. di farina 0 (da prendere dalle dosi) e lasciare maturare 4/5 ore circa.

Naturalmente la miscela di farine può essere fatta al momento usandone una percentuale di 50% e 50%. Ma potete anche utilizzare del Farro bianco, Oppure una farina ai cereali con una bassa percentuale nel mix (non più di un 20%) e una buona farina 0 biologica. Insomma azzardare miscele per soddisfare i vostri gusti. Quello che raccomando e di non manipolare le ciabattine dopo tagliate e farle raddoppiare bene, senza andare troppo di corsa.


Procedimento
ho iniziato setacciando la farina per farla ben ossigenare e l'ho poi bagnata con 200 gr. di acqua della dose per far avviare il processo di autolisi. Con questo processo avvio la formazione del glutine, per poter ottenere una migliore incordatura e un prodotto migliore sia in  sofficità che in alveolatura. Dopo un'ora ho aggiunto il lievito spezzettato e poca alla volta la restante acqua aspettando che venisse assorbita bene prima di aggiungerne altra. Poi ho inserito il sale e ho continuato ad impastare fino a che l'impasto non mi è sembrato perfettamente liscio ed elastico. L'ho messo in una ciotola con coperchio e l'ho messo in frigo per una notte. Al mattino l'ho preso e l'ho lasciato a t.a. ambiente fino all'ora di pranzo (in casa avevo circa 19° C). Poi l' ho poggiato su di una tavola infarinata senza capovolgerlo, ma mantenendo il verso di lievitazione, l'ho allargato dolcemente e con il tarocco ho ricavato 4 porzioni che ho lasciato "informi", Così come sono venute al taglio, le ho prese delicatamente e le ho messe sulla placca del forno ben spolverata di semola e le ho spolverate anche in superficie. Le ho coperte con un canovaccio e le ho messe nel forno spento per il raddoppio. 

Cottura
Quanto ho appurato che alla vista erano raddoppiate, ho acceso il forno e ho aspettato che arrivasse alla temperatura di 200° C e ho infornato. Ho cotto per 15 minuti e poi ho abbassato a 180° per altri 15 minuti. Totale cottura 30 minuti.


6 commenti:

  1. Di fronte a così tanta bravura , ogni commento è superfluo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Aniello, lieta di leggere che ti piacciono le ciabattine.

      Elimina
  2. Le ho messe in teglia oggi alle quindici, ma non si sono mosse nemmeno un pochino. Ho usato il cinquanta percento di farina bianca di farro e il cinquanta percento di farina zero, la stessa che uso sempre per fare il pane. Sono stato in frigorifero tutta la notte, le ho tirate fuori alle otto. Che faccio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luisa ti leggo solo ora, spero che nel frattempo tu abbia risolto, quando è così metti in forno con lucina accesa, considera che la giusta lievitazione avviene a 26/28° C. Le farine che hai usato vanno bene, l'unica ipotesi è la temperatura ambiente.

      Elimina
  3. Grazie comunque...le avevo già provate tutte.... Alla fine le ho cotte e sono cresciute pochissimo, mangiabile ma niente a che vedere con le tue... 😔

    RispondiElimina